Consiglio Comunale Ragazzi

Consiglio Comunale Ragazzi Regolamento

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Art. 1

Finalità:

- Il Consiglio Comunale di Alberobello, in adempienza a quanto previsto dall’art. 35 bis dello Statuto Comunale, costituisce il Consiglio Comunale dei ragazzi (CCR ) allo scopo di promuovere i diritti di tutti, accrescere le opportunità e favorire una crescita socio-culturale dei ragazzi nella piena consapevolezza dei diritti e dei doveri verso le Istituzioni e la comunità.

Art. 2

Competenze

-         Il Consiglio Comunale dei Ragazzi delibera in via consultiva, in materia di ambiente, sport, cultura, istruzione, spettacolo, giochi, tempo libero, rapporti con l’associazionismo, assistenza ai giovani ed agli anziani, rapporti con l’UNESCO e gemellaggi.

-         Esso esercita funzioni propositive e consultive nei confronti dell’Amministrazione Comunale e a tale scopo può richiedere alla stessa ogni informazione ritenuta utile all’espletamento delle proprie competenze.

-         Il Consiglio Comunale dei Ragazzi può richiedere al Sindaco di porre all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di Alberobello argomenti attinenti alla materie di sua competenza.

-         Il Consiglio Comunale dei Ragazzi può essere chiamato a gestire propri progetti preventivamente approvati e finanziati dall’Amministrazione Comunale. Essa si impegna, inoltre, a prevedere nel proprio Bilancio annuale un capitolo per il finanziamento delle spese relative alle materie demandate al Consiglio Comunale dei Ragazzi.

Art. 3

Costituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi, durata e surroghe:

-         Il Consiglio Comunale dei Ragazzi è costituito da 20 componenti più il Sindaco così suddivisi: 10 consiglieri eletti tra gli alunni della Scuola Primaria e 11 consiglieri eletti tra gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado.

-         Il CCR dura in carica 2 anni (dicembre-settembre di ogni biennio) e l’insediamento ha luogo nel mese di dicembre di ogni biennio. In caso di dimissioni, trasferimento, decadenza dei Consiglieri ne è prevista la surroga, da effettuare nella prima seduta utile, di insediamento o di convocazione, con il primo dei non eletti nella graduatoria del relativo Istituto Scolastico.

-         Il Consiglio viene sciolto per dimissioni contestuali della metà più uno dei Consiglieri. Il relativo provvedimento è adottato dalla Giunta Comunale. In tal caso le elezioni verranno indette all’inizio dell’anno scolastico successivo.

Art.4

Elettori- attivi e passivi:

-         Partecipano alle elezioni tutti gli alunni di IV e V della Scuola Primaria e tutti gli alunni iscritti alla Scuola Secondaria di Primo Grado. Sono eleggibili solo gli alunni delle classi IV e V della scuola primaria e gli alunni delle classi prime e seconde della scuola secondaria di primo grado.

Art. 5

Elezioni

-         La Giunta Comunale provvede ad indire le elezioni del Consiglio Comunale dei Ragazzi.

-         Entro il 20° giorno antecedente la data stabilita per le elezioni, preferibilmente entro il trentuno ottobre alle ore 12.30, devono essere presentate, presso ogni Dirigenza Scolastica, le candidature a Consigliere Comunale che saranno trasmesse al Sindaco nei dieci giorni successivi.

-         Le scuole disciplinano in modo concordato le modalità di svolgimento della campagna elettorale.

-         Durante il periodo della campagna elettorale ogni scuola costituisce, a cura del Dirigente Scolastico e dei Docenti incaricati, una commissione di vigilanza sulla regolarità delle procedure elettorali.

-         Le votazioni si svolgono in un unico giorno dalle ore 8,30 alle ore 12,30, preferibilmente nella mattinata del 20/11, in coincidenza con la Giornata Internazionale dei diritti del bambino.

-         Il Dirigente Scolastico ha il compito di organizzare le procedure elettorali e di decidere su eventuali ricorsi che dovranno essere presentati entro 24 ore dalla chiusura dello scrutinio.

-         Le operazioni di scrutinio iniziano subito dopo la chiusura dei seggi.. I seggi elettorali sono costituiti da un Presidente, 2 Scrutatori e da 1 Segretario, nominati dai Dirigenti Scolastici, scelti tra il corpo docente e i rappresentanti dei genitori. I verbali con i risultati definitivi degli scrutini sono trasmessi da ogni Presidente di Seggio all’Amministrazione Comunale tramite il Dirigente Scolastico entro cinque giorni dallo scrutinio.

-         Sono eletti Consiglieri i primi 10 candidati della Scuola Primaria e 11 candidati della Scuola Secondaria di Primo Grado che abbiano ricevuto il maggior numero di voti nel rispettivo Circolo o Istituto.

-         A parità di voti risulterà eletto il candidato più anziano di età. Si procederà al sorteggio nel caso in cui gli stessi abbiano pari età.

-         I risultati dello scrutinio sono esposti in ogni scuola e l’elenco degli eletti viene affisso all’albo comunale.

-         Entro il 10 dicembre il Presidente del Consiglio di Alberobello proclama ed insedia il Consiglio Comunale dei Ragazzi in una seduta appositamente convocata.

Art.6

Sindaco dei Ragazzi:

-         Viene scelto, a maggioranza assoluta e con scrutinio segreto tra e da i 21 Consiglieri, nella seduta d’insediamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi;

-         Qualora dopo tre scrutini nessuno dei Consiglieri avesse ottenuto la maggioranza assoluta dei presenti, si procederà all’elezione del Sindaco mediante sorteggio tra i due candidati più suffragati nel terzo scrutinio.

-         Rappresenta il CCR in ogni occasione, presiede il Consiglio, ne convoca le sedute, apre e chiude i lavori, cura i rapporti con l’Amministrazione Comunale e svolge le funzioni eventualmente delegate dal Sindaco di Alberobello; garantisce e tutela l’esercizio effettivo delle prerogative dei Consiglieri.

-         Può essere consultato dal Sindaco degli Adulti in caso di delibere che riguardano problemi ed interessi dei ragazzi.

-         Può rivolgersi direttamente, nelle forme più opportune, al Consiglio Comunale di Alberobello su questioni ritenute rilevanti.

-         Relaziona al Sindaco e al C.C. sul lavoro svolto.

-         Può partecipare alle manifestazioni ufficiali organizzate dal Comune.

-         Chi ha ricoperto la carica di Sindaco dei ragazzi non è rieleggibile alla medesima carica.

Art. 7

Vicesindaco dei ragazzi

-         Viene scelto, a maggioranza assoluta e con scrutinio segreto tra e da i 21 consiglieri, nella seduta di insediamento del CCR a seguito dell’elezione del sindaco dei ragazzi, tra i consiglieri di un istituto diverso da quello del sindaco eletto.

-         Qualora dopo tre scrutini nessuno dei consiglieri avesse ottenuto la maggioranza assoluta dei presenti, si procederà all’elezione del vicesindaco mediante sorteggio tra i due candidati più suffragati nel terzo scrutinio.

-         Rappresenta il CCR in assenza del Sindaco dei Ragazzi e svolge funzioni eventualmente delegate dal Sindaco dei Ragazzi; garantisce e tutela l’esercizio effettivo delle prerogative dei Consiglieri assieme al Sindaco dei Ragazzi.

Art.8

Responsabile del sito internet del CCR

-         Viene nominato dal Sindaco dei Ragazzi in una delle sedute seguenti quella     dell’elezione del Sindaco dei ragazzi.

-         Il suo compito è quello di tenere aggiornate sul sito internet le notizie riguardanti le attività del CCR in atto.

Art.9

Sedute:

-         Il Consiglio Comunale dei Ragazzi, convocato e presieduto dal Sindaco dei Ragazzi, si riunisce almeno 1 volta ogni 3 mesi o comunque quando se ne ravvede la necessità.

-         L’O.D.G. viene fissato dal Sindaco dei ragazzi sulla scorta delle richieste formulate dai Consiglieri. La convocazione che riporta l’O.D.G. da discutere, deve essere inoltrata almeno 3 giorni prima della seduta, alla segreteria della scuola. La stessa provvederà alla consegna delle convocazioni ai singoli consiglieri.

-         Il Sindaco dei ragazzi è tenuto a convocare il Consiglio entro 15 giorni quando lo richiedano un quinto dei Consiglieri dei ragazzi o il Sindaco del Comune, ovvero un quinto dei Consiglieri Comunali.

-         Le sedute del Consiglio Comunale dei Ragazzi sono pubbliche e della convocazione va data preventiva notizia alla cittadinanza con le stesse modalità utilizzate per le adunanze del Consiglio Comunale di Alberobello.

-         Esse sono valide se è presente la maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio e si sospendono nel caso venga a mancare il numero legale.

-         A nessuno degli spettatori è consentito intervenire durante le discussioni.

-         Il Sindaco disciplina le sedute, consentendo gli interventi dei Consiglieri che chiedono la parola.

-         Le deliberazioni, sotto forma di pareri, proposte o istanze, assunte dal Consiglio Comunale dei Ragazzi sono verbalizzate da un dipendente del Comune che assiste alla seduta con funzioni di Segretario.

-         Esse sono trasmesse a cura del Sindaco dei Ragazzi all’Amministrazione Comunale che è tenuta a comunicare per iscritto le sue determinazioni in relazione alle questioni poste.

-         Alle sedute possono essere invitati i referenti dei vari servizi comunali interessati: Sindaco, Consiglieri, Assessori, Dirigenti.

-         Possono essere convocate sedute aperte del CCR su richiesta dei Dirigenti Scolastici su tematiche opportunamente individuate e comunicate.

Art.10

Gruppi di lavoro:

-         Il CCR si compone al suo interno nei seguenti gruppi di lavoro:

  1. 1.Ambiente ed Ecologia
  2. 2.Sport, giochi e tempo libero
  3. 3.Cultura, istruzione e spettacolo
  4. 4.Solidarietà
  5. 5.Educazione alla Convivenza Civile

- Ogni gruppo di lavoro è formato da un numero di quattro Componenti il CCR,      

   due per ogni istituzione scolastica ed è guidato da un coordinatore scelto tra gli  

   stessi componenti.

Art. 11

Sostituzione dei Consiglieri:

-         Il Consigliere del CCR decade a seguito di assenza non motivata per 3 sedute consecutive.

-         Il Consigliere della Scuola primaria decade per passaggio alla scuola secondaria, mentre il Consigliere della Scuola secondaria di primo grado, decade per completamento del ciclo scolastico.

-         Nel momento in cui il Sindaco o il Vicesindaco concludono il ciclo della Scuola Secondaria di primo grado, decadono dalla carica.

-         In caso di decadenza o dimissioni di un Consigliere si provvede alla sua sostituzione con l’alunno o lo studente della stessa scuola che risulti il primo dei non eletti.

Art. 12

Sede

-         La sede del CCR è in locali comunali opportunamente individuati. La seduta del CCR si tiene nella Sala Consiliare.

Art. 13

Entrata in vigore:

-         Il presente regolamento entra in vigore all’atto della sua pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune di Alberobello e presso le scuole.

-         Esso può essere modificato dalla maggioranza qualificata del CCR ( due terzi più uno degli eletti ), solo dopo il primo biennio dalla data di pubblicazione del presente regolamento.

-         Le proposte di modifica, così come votate, verranno trasmesse all’Amministrazione Comunale per l’acquisizione del parere che è obbligatorio e vincolante; qualora il parere contenga modifiche, queste ultime torneranno al CCR per la loro approvazione.

-         In caso di modifiche, il nuovo regolamento deve essere comunicato al Consiglio Comunale e consegnato ad ogni Consigliere.

Art. 14

Commissione

-         Supporta i lavori del Consiglio Comunale dei Ragazzi una Commissione composta da quattro insegnanti, due per ogni istituzione scolastica, individuati dai Dirigenti Scolastici e da quattro Consiglieri Comunali, con partecipazione paritetica tra maggioranza ed opposizione, nominati dal Sindaco di Alberobello.

 

Regolamento per le elezioni

Articolo 1

Le elezioni si svolgono secondo i seguenti tempi e modalità:

  • Allo svolgimento delle elezioni sovrintende una Commissione Elettorale Generale formata dal Sindaco, dai Dirigenti Scolastici, dai Presidenti dei Consigli di Circolo e d’Istituto o da loro delegati e da un funzionario designato dal Sindaco. La Commissione ha inoltre il compito di fare chiarezza sulle diverse opinioni in merito alla campagna elettorale e alle elezioni nonché, decidere su eventuali posizioni di disaccordo o scontentezza. La CEG predispone tutto quanto occorre al regolare svolgimento delle elezioni, fissa la data e l’ora delle votazioni, costituisce i seggi elettorali presso ciascun plesso scolastico, disciplina le modalità di svolgimento della campagna elettorale e cura la predisposizione di manifesti, schede e quant’altro assieme alla modulistica, proclama gli eletti, predispone tutti gli atti relativi necessari alla costituzione del nuovo organismo elettivo che riguarda i ragazzi del Comune.
  • Preferibilmente entro il 31 ottobre (31/10) vengono presentate le candidature presso i Capi d’Istituto; le candidature possono presentarsi in modo libero, è ammessa anche l’auto-candidatura, in ogni caso il candidato deve dichiarare per iscritto di accettare la candidatura.
  • Entro cinque giorni dalla data di presentazione delle candidature (preferibilmente entro il 5 novembre) i Capi d’Istituto formano la rispettiva lista dei candidati, disposti in ordine alfabetico con l’indicazione del cognome, del nome e della classe di appartenenza. Il numero dei candidati non può essere inferiore a venti per ciascun ordine di scuola. Le firme di accettazione delle candidature sono apposte davanti al Dirigente Scolastico o suo delegato, che le autentica. Le liste approvate verranno pubblicate all’albo della scuola.
  • Dal giorno successivo all’esposizione delle liste, inizia la campagna elettorale che si svolgerà, da parte degli studenti nelle forme che, d’intesa con il Corpo Insegnante, si riterranno più opportune (assemblee, volantinaggi, dibattiti di classe).
  • Le elezioni si svolgeranno esclusivamente in orario scolastico, dalle 8,30 alle 12,30 del giorno stabilito, con seggi elettorali costituiti nei plessi di ogni singola scuola.
  • Gli elettori riceveranno una scheda sulla quale è riportata la lista dei candidati. La scheda sarà strutturata in modo da permettere l’indicazione di massimo due preferenze, espresse apponendo una crocetta in corrispondenza dei nominativi prescelti.nel caso in cui le preferenze espresse fossero più di due la scheda sarà ritenuta nulla. Deve essere garantita la piena e totale autonomia e segretezza del voto.
  • Il Sindaco è scelto a maggioranza assoluta e con scrutinio segreto tra i 21 consiglieri nella seduta di insediamento del CCR.
  • Le operazioni di scrutinio iniziano immediatamente alla chiusura dei seggi elettorali. I seggi elettorali sono costituiti da un Presidente, 2 Scrutatori e da 1 Segretario, nominati dai Dirigenti Scolastici, scelti tra il corpo docente e i rappresentanti dei genitori. I verbali con i risultati definitivi degli scrutini sono trasmessi da ogni Presidente di Seggio all’Amministrazione Comunale tramite il Dirigente Scolastico entro cinque giorni dallo scrutinio. Sono eletti Consiglieri Comunali i primi 11 per la Scuola Secondaria di primo Grado e i primi 10 per la Scuola Primaria, risultanti dal computo delle preferenze riportate.
  • Il Presidente del Consiglio Comunale proclama ufficialmente la costituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi. Entro dieci giorni dalla proclamazione ufficiale il Consigliere anziano (il più suffragato) convoca il primo Consiglio Comunale dei Ragazzi avente all’ordine del giorno l’elezione del Sindaco dei Ragazzi. Nella successiva seduta utile del Consiglio Comunale di Alberobello, il Sindaco consegna al neo-Sindaco dei Ragazzi la fascia tricolore. Il neo-Sindaco, a sua volta, presta formale promessa dinanzi al Consiglio Comunale.
  • Entro il mese successivo all’elezione del CCR, su convocazione del Presidente del Consiglio Comunale di Alberobello, si svolgerà la prima riunione del CCR.

Articolo 2

  • Costituiscono il Corpo Elettorale tutti gli alunni che alla data delle elezioni sono iscritti alla scuola di base del Comune di Alberobello a partire dagli iscritti alla classe IV della Scuola Primaria fino al terzo anno della Scuola Secondaria di Primo Grado. Sono eleggibili gli alunni iscritti alla IV e V classe della Scuola Primaria e gli alunni della 1^ e 2^ classe della Scuola Secondaria di Primo Grado, con surroga del consigliere, al passaggio ad un ordine scolastico superiore, con il primo dei non eletti.

Articolo 3

  • A conclusione dello scrutinio i dati del seggio saranno raccolti e trasmessi dal Dirigente Scolastico o suo delegato al Sindaco.

Articolo 4- Norma transitoria.

  • In sede di prima applicazione la data di svolgimento delle procedure elettorali sarà definita successivamente all’approvazione del presente regolamento da parte del Consiglio Comunale di Alberobello e degli Organi Collegiali delle due Istituzioni Scolastiche.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: